loro la chiamano uguaglianza

le persone sono convinte che il fatto che tutti possano andare in cima a una montagna significhi uguaglianza e rispetto verso il prossimo. Mi pare assurdo che esistano persone che la pensano così al giorno d’oggi. cos’è l’uguaglianza?il fatto che uno paralitico, due vecchi e un sacco di fighetti svolgiati possano andare in cima al ghiacciaio con una seggiovia? 
Forse ci si dimentica di una cosa. il fattore economico. Certo, con un elicottero tutti possono arrivare in cima, ma quanti di loro possono permetterselo? anche andare in cima all’Everest, se hai soldi, è tranquillamente possibile senza preparazione (o con menomazioni, ci è arrivato un cieco) adesso,tutto è possibile se hai soldi. tralasciando il fattore ambientale (che far finta non esista per me è raccapricciante), ma ci vogliamo dimenticare degli schiavi/sherpa che ti trascinano su? Ci dimentichiamo del fattore etico?costringere schiavi a portarti su o sventrare una montagna, e per cosa poi? 
Lasciate che vi dica una cosa. Costruire impianti per portare in cima chiunque non serve a nulla. Un paralitico rimane paralitico, i vecchi vecchi e i fighetti fighetti, dopo che sono ridiscesi dalla cima. Voi fighetti andate in montagna per realizzarvi, e non per ridimensionarvi. E costruire impianti per scaricare in cima i più sfigati serve a ripulire la vostra coscienza e farvi sentire delle persone buone. Credo che la vostra idea di uguaglianza nasca dalla vostra disperata insicurezza e senso di inadeguatezza nel poter dire “sono stato in cima a quello e quello” oppure poter dire “faccio del bene” che vi fa sentire meno delle merde che siete nella vita quotidiana. Credo che l’uguaglianza sia che uno sfigato, abbia la possibilità di potersi esprimere, non di essere una nullità che non potrà mai arrivare in cima a una montagna se non con mezzi artificiali. Che tutti possano avere la libertà di provare, non che qualcuno di loro possa andare in cima e il rimanente 90 per cento vivere da merda. 
Credo in sostanza che il mondo potrebbe essere migliore se un fighetto provasse un giorno ad arrivare in cima ad una montagna senza riuscirci. Che in cima ci arrivi solo chi si dedica a questo scopo, e si sforza di comprende i motivi altri(che vanno oltre la semplice masturbazione personale).
Preferisco mille volte fare i 500m della collina sopra casa a piedi, che farmi scaricare in cima al bianco e fare 200 metri fino in vetta per poter dire di “aver fatto il bianco”.
Io so che non sarò mai in grado di arrivare in cima a tante montagne che sogno, perché sono un arrampicatore nonché una persona estremamente mediocre, ma non costruirei mai degli impianti per portare il mio fottuto corpo su.
Detto ciò la predica è finita. 
Andate in guerra e odiate il prossimo. 
Amen.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.