Usa la testa! top5 copricapi radicali che forse non puoi portare

1) bandana per corridori radicali
Anche mio padre usa legarsi una bandana per corridori radicali in testa quando scia o va a correre. Per quale motivo viene usata?
Evitare di far colare il sudore sugli occhi? sentirsi come Rambo? non lo sappiamo. 
Ma a meno che non siate delle leggende della corsa (nella foto, Matteo “Emme” Grassi), una banana per corridori radicali non potete indossarla.
image

2) fascetta di spugna
vi trovate al negozio New Balance e avete comprato delle scarpe nuove in superofferta a 40 euro, ultimo paio. Di fronte alle casse vedete la fascetta di spugna. Non avete più soldi e chiedete al povero cassiere di turno di regalarvene una. Vi risponde che non può, che hai anche comprato le scarpe in offerta.
Ora, se siete sufficientemente radicali da vincere il braccio di ferro col cassiere e riuscite a farvene regalare una, siete anche sufficientemente radicali per metterla in giro.
image

3) visiera Red Bull
Esiste un solo, grande, unico requisito per essere autorizzati a portala, e il 99% degli ultramaratoneti non può adempirlo: essere belli.
Ryan Sandes può, voi no.
image

(ps: dai Ryan scusa se me la prendo sempre con te,dandoti della fighetta. è che sei un belloccio e poi hai una ragazza top model. In realtà lo so che sei un corridore super concreto, come dimostri sempre in gara. Però smettiamola una volta per tutte con ste foto da fighetta,ok?)

4) il cappello da cowboy
sei texano? no.
Sei Rob Krar? no.
Allora togliti quel ridicolo cappello da cowboy in testa.
image

5) il cappello da panda

ci sono due modi per vincere una gara:
1)vincerla.
2)vincerla con il cappello da panda in testa.
Federica Boifava è forse l’unica al mondo a godere di questa opzione.
#nonsimollauncazzo!
image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.