da qualche parte

da qualche parte bisogna pure ricominciare. Ho finalmente un progetto, o qualcosa che possa essere simile a un progetto. è una via di arrampicata, non durissima, anzi qualcosa di molto semplice per molti climber, soprattutto vedendo quanto il livello è alto negli ultimi tempi. Si dai, siamo sinceri: un progetto mediocre, però è comunque un progetto che per me significa qualcosa e da qualche parte bisogna pure iniziare.

Credo che questo sia un grosso passo in avanti nella riappropriazione di me stesso. Da quando ho smesso di correre ho sprecato tantissimi giorni e non ho più avuto qualche motivazione che mi spingesse a impegnarmi un po’ per qualcosa. Ovvio che ci sia di mezzo anche la storia con l’Angi, che di sicuro non mi aiuta affatto. Anzi, sto ancora sotto un treno. Ma alla fine bisogna essere sinceri con se stessi: oltre a essere brutto come un rospo e non avere una grande personalità non sono la persona con cui mi piacerebbe passare il mio tempo quindi…perché cazzo prendersela se le cose sono andate come sono andate? E poi nei momenti in cui non ci penso so anche essere felice, quando sono in montagna. Devo solo riuscire ad aumentare questi lassi di tempo e a provare ad essere felice anche quando non sono in montagna. Si vabbè di questo ne riparliamo più avanti, dai.

Ma almeno avere dei progetti, quello si. Il ginocchio non è guarito e dubito guarirà. Questo inverno lo stroierò di sicuro facendo sci ripido, ma tanto oramai sono abituato a svegliarmi la notte col dolore, è solo dolore fisico: posso gestirlo. Quindi una decina di discese dure da fare con gli sci (speriamo di non ammazzarmi) e poi in primavera provare qualche bella vietta di roccia.
Per questo mi alzo il mattino presto e faccio un po’ di allenamento, poi in pausa pranzo faccio un po’ di allenamento, poi stacco dal lavoro e faccio un po’ di allenamento.
Si, non mi alleno sul serio in sostanza, ma mi voglio convincere di star migliorando.
Iniziare da qualche parte. Quando una soluzione non esiste prendi il problema e pian piano ne accetti una parte. è così che dovrebbe funzionare giusto?

Ho tappezzato i muri di casa con le foto dei canali che voglio scendere e con la relazione della via che voglio fare. esco ad allenarmi. un po’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.