Guarirò

C’è questo tizio rasato che mi guarda con una faccia come per
dire “ti inculo”. Io sono a disagio. La mia ragazza lo reputa un suo amico e
sono usciti a portare a spasso i cani, intanto che io facevo allenamento. Io sono
magrissimo, quella mattina stessa avevo comprato la mia prima (e unica) felpa
taglia S.
Il tizio rasato mi guarda col sorriso a mezza bocca quando la mia ragazza non
lo guarda, io nonostante tutto mi sforzo di essere gentile perché la mia
ragazza ha detto che ha stima di lui. Una nostra amica in comune una volta
scherzando aveva detto che lui ci provava e io avevo un pessimo presentimento.
Quando l’ho confidato alla mia ragazza, le ho sempre detto tutto, mi ha detto
di non essere stupido e di non fare il terrone, non essere geloso. Io non sono
mai stata una persona gelosa, gli ho sempre detto “se trovi qualcuno meglio di
me, non farti problemi. Vorrei solo che fossi felice”. Ma quella volta tornando
a casa sputo quello che tengo fra i denti.
“semmai mi tradissi con quel tizio lì ci starei proprio male. Non mi piace il
modo di fare che ha.”
lei mi dice di non dire cazzate e si arrabbia, dice che lui ha la ragazza da un
sacco di tempo. Io la sera penso ancora alla faccia di quel tizio. Non mi era
mai capitato di sentire quella sensazione con qualcuno, una sensazione
orribile.
fatto sta che succede che la mia ragazza un giorno mi dice che ha una cotta per
lui. Fatto sta che lei dice che non è niente ma dopo qualche mese ci lasciamo. Fatto
sta che vengo a sapere da un amico che li ha visti ai mercatini e lei lo trattava
“come il suo ragazzo, per quello non ti ho detto niente, pensavo oramai lo
sapessi”. Fatto sta che finiscono a sposarsi. Fatto sta che vengo a sapere da
una sua amica che ci andava mentre ancora eravamo assieme. Fatto sta che se
potessi tornare indietro gli tirerei una gomitata nei denti. Lo calcerei nelle
palle e quando è per terra mi accanirei su di lui facendogli sputare tutti
denti, tutto il sangue che ha in corpo. Lo ammazzerei di botte. Fatto sta che
distruggerei tutto, distruggerei me stesso, vorrei vedere tutto ciò che è bello
nel mondo accartocciarsi e morire. Distruggere qualsiasi cosa, incendiare e
mordere e graffiare e distruggere e urlare e odiare e ammazzare e compiere
violenza e piangere e morire e far male, farmi male, spaccare tutto, violentare
e distruggere e far male a qualsiasi cosa abbia a tiro, creare morte,
disperazione, sofferenza dolore a tutto ciò a cui ho mai creduto nella mia
vita. A tutte le persone di cui mi sono fidato. Vorrei poter tornare in quel
momento e cancellare ogni cosa.
ma non funziona così. Né nei sogni né nella realtà.
Mi sveglio. Ho la febbre alta e la mia maglietta è piena di sudore. Ho la bocca
impastata.
Premo il bottone dell’orologio per vedere l’ora e sono le tre e mezzo. Se tengo
gli occhi aperti nel buio vedo il mal di testa trasformarsi in fantasmi
terrificanti che non mi danno tregua.
Fottutissima febbre alta, mi sento solo. Provo a raggiungere la bottiglia d’acqua
che ho lasciato per terra, ma mentre la tocco cade per terra, il tappo si apre
e si riversa per terra. Mi alzo di scatto per salvare il libro di Mark Twight e
il giramento di testa mi provoca dei conati.
Odio star male.

Provo a vedere i periodi di risposo in modo creativo. Fuori nevica. Penso che
potrei studiare qualcosa, ma mi stufo subito. Accendere il pc, non se ne parla.
Prendo la giacca ed esco a passeggiare. Il freddo delle tre del mattino è
forte. Sembra quasi bruciare. Faccio pochi passi perché le scale mi hanno già
sfiancato. Raggiungo il fiume (200 passi da casa mia) e rimango coi gomiti sul
ponte a guardarlo.
Non ci sono macchine che passano. C’è la neve che cade un po’ a vento e si
intrappola nel mio berretto.
Io penso, ma non dico cosa penso.
So di essere una persona un po’ cupa. E per questo so che non mi vorrei mai
accanto come persona.
Provo a guardare oltre, verso la lucina dei lampioni lontani.
Vaffanculo dico. e ritorno a casa con le vans che grattano l’asfalto del marciapiede gelato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.