30 anni

Col cazzo che mi metto a fare il bilancio di questi trent’anni.
Fuori ha nevicato da poco e nel mio ultimo giorno da 29 enne ho bevuto un paio
di birre. Mi sono svegliato nel cuore della notte con una sete tremenda di
acqua che era ancora buio. Non credo di aver bisogno di festeggiare nel senso
convenzionale del termine. Cosa ho fatto cosa non ho fatto. Cosa ho guadagnato
cosa ho perso. Cosa sono diventato cosa vorrei diventare.
a luce spenta mi sono ascoltato la canzone dei Neil Perry a Fiend Is a Lesson
to Be Learned

Spesso sono abbastanza insoddisfatto di me stesso o per meglio dire di come vanno le cose.  
ma io credo che il segreto di crescere sia di imparare a scrollarsi le cose di dosso
e farsene una ragione piuttosto che
essere in grado o comunque provare a cambiarle.
O almeno, questo spiegherebbe il perché quelli con più anni di me riescono a
gestire il tutto senza sentirsi mai in colpa. Spiega anche il perché viviamo in una realtà dove le
differenze sociali di classe sono enormi (c’è chi arriva a pagare a malapena l’affitto del mese e chi ha beni di lusso che valgono come le loro case), dove gli ex
sessantottini ti cagano il cazzo sul fatto che “i giovani non hanno voglia di
far niente” sorseggiando whisky d’annata
seduti sul culo in una comoda poltrona in pelle di animale (o di persona) e spiegherebbe anche per gran parte l’apatia generalizzata che affligge le nuove generazioni, ma anche la mia: se guardo negli occhi di gran parte delle persone della mia età vedo vite già scritte, già finite. Noia ridondante e l’accettazione dei valori sociali con cieca fede e massimo impegno. per non essere diversi, per non sgarrare troppo, per comodità e per mancanza di qualsiasi stimolo.

… … …

spiegatemi come cazzo è possibile che a 30 anni vorrebbero tutti le stesse cose e le stesse certezze. non avere stimoli è una costante abbastanza importante nella mia vita e presumo in quella di molti altri. siete felici quando prendete la patente, quando vi laureate quando trovate un lavoro quando trovate un partner e ci vivrete la vita assieme. siete felici delle cose che vi dicono di volere. Siete felici se diventate ricchi e potenti se guidate macchine grosse e se la gente pensa che la vostra vita sia cool.  seguirete il copione già scritto da altri prima di voi e altri dopo di voi senza mai incepparvi. tutto grigio senza sfumature. il mondo è un enorme cimitero di morti viventi.

… … …

può succedere che ti trovi ad avere trent’anni e svegliarti nel tuo letto, rimanere al buio a pensare perché cazzo sai facendo quello che fai e perché le cose vanno come non vorresti che vadano. Allo stesso tempo, se sei così presuntuoso da essere sicuro di valere qualcosa, devi dimostrarlo, quantomeno a te stesso. non hai stimoli? trovateli.

… … …

arrivo al campo e lancio le scarpette chiodate per terra. Faccio degli allunghi e già ho il fiato corto. faccio qualche esercizio, mi fermo. Bevo un po’ di the caldo senza togliere i guantini. Scendo e accendo le luci bianche e in poco tempo la traccia rossa di tartan salta fuori dallo strato di neve e di ghiaccio sotto cui questa Valle è sommersa. Metto le chiodate e stringo i lacci. sfilo la felpa e i pantaloncini che ho messo sopra i lunghi per scaldare le gambe. Faccio partire il cronometro e corro le mie ripetute. Prima fatico, poi sto male, poi vomito dal male e poi le ripetute finiscono e rimango un paio di minuti seduto per riprendermi finché il freddo non mi entra dentro. 

auguri vecchio mio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.