nostalgica

image

accendo
la macchina e mi lascio alle spalle un lungo anno per alcuni aspetti pieno di
insoddisfazioni e frustrazione. Un bel respiro.
Ho con me gli sci, la bici, la roba per scalare e 4 paia di scarpe da corsa. Tutto
è perfetto. Il futuro non mi interessa. Il presente è una lunga strada da
guidare ai 100 all’ora con la musica punk sparata a palla dall’autoradio. Questa
è vita che cazzo.

image

Colferraio
per me è l’Oregon. Senza la gente interessante, la creatività, la cultura e le
sottoculture. Diciamo uno dei paesi più sfigati dell’Oregon, vicini al confine
Est, in qualche interstatale di secondo ordine. Però comunque Oregon. E le 5
ore di distanza che mi separano in macchina potrebbero comodamente essere uno
di quei voli intercontinentali sui sedili centrali, strettissimi e con un
ciccione che dorme vicino e che non puoi svegliare per andare al cesso.

image

È un
anno che non vedo mia madre. Mio padre l’ho visto per qualche giorno qualche
tempo fa. Nonostante tutto mi vogliono bene e mi stimano. Ed è un anno che non
mi chiudo nella mia casetta in collina, nelle mie cose, ad ascoltare vinili
senza tempo, a sottopormi a giornate fisicamente massacranti, ma che mi
ripuliscono dallo schifo che ho dentro. È un anno che non mi sveglio senza
pensieri nel corso della notte e che non devo convincermi che per dormire e
mangiare avrò tempo quando sarò vecchio. Nostalgia? Potrebbe anche darsi. Anche
se perlopiù faccio il duro e sono onestamente convinto che non ho alcuna radice
e che le relazioni umane non mi condizionano più di tanto.

image

Fatto
sta che sto tornando a casa e come ricordi di bambino con i piedi nudi a
giocare sulle ortiche sento una voglia immensa in me stesso di vivere al
limite, di godermi tutto ciò che viene. Ho voglia di innamorami, di avere dei
progetti e di sentirmi corrisposto.
Non mi sento pieno di insoddisfazione, non mi pesano le scelte che ho cannato e
non  ho nessuno a cui rendere conto. Ho tutto ciò che serve e per una volta non
mi sento irrimediabilmente senza speranza.

Bentornato
in Oregon. Che la felicità e la solitudine siano con te.

image

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.