città dei caterpillar

oh non ho voglia di parlare oggi, cazzo, fatevene una ragione. 
mi sto leggendo una storia, per pensare ad altro. ascolto i City of Caterpillar.

A volte mi chiedo semmai riuscirò anche io a esprimere qualcosa come in una canzone, ma in realtà sarebbe stato più facile imparare a suonare uno strumento. Mi sarebbe piaciuto suonare il basso e cantare, o solo fare la seconda voce, così, per urlare un po’.
I City of Caterpillar sono una delle band che hanno cambiato la mia vita. non saprei quantificare il numero di volte che ho ascoltato le loro canzoni. Diciamo solo tantissime. 

a volte è duro essere onesti con se stessi. se ci penso devo ammettere che sto sperando che questo weekend pioverà sopra tutti. che chiunque voglia passare il fine settimana in giro sia costretto a prendere un casino di pioggia addosso, una pioggia fitta da non riuscire a vedere bene l’asfalto. Bagnati i vestiti. bagnati dentro.  bagnati nelle ossa.

Little white lie
Those words
I’m alright
Just a kiss goodnight
Things will be just fine

mi ricordo raggomitolato a letto ad ascoltare la ripetitività dei suoni. mi ricordo a urlare le parole mentre sono nel bosco di notte da solo. 
domani c’è una festa, non penso proprio che incontrerò la ragazza dei miei sogni. La solitudine è una condizione che sono disposto ad accettare se questo significa avere il diritto di liberarsi di un po’ di aspettative altrui e poter colmare il vuoto delle curiosità. Se è così non ho paura di trovarmi da solo a fissare fuori dal vetro. è così?

The sunny sky carries me to the next area of travel. Sarasota is in the mix. Listening to breezes and trees and instant messages. I begin to understand orlando.

image

Il rumore è diverso dal suono. Quando il cervello impara a conoscere nuovi suoni e a catalogarli come musica e non come rumori allora capisci anche le dissonanze. è un processo lento e affascinante. è un vero peccato pensare che è l’entropia a governare la realtà. Quindi in buona sostanza, che tu lo voglia o no, va tutto a puttane. tutto è destinato a deteriorarsi, la natura, le cose che abbiamo costruito, noi stessi.

Let the light in keep the door cracked. My faith’s in my chest. It holds this intact.

grandi progetti per il futuro un sacco di pensieri in testa quattro mura attorno. Alzo il volume. 
Oggi non ho voglia di parlare con nessuno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.