+ HER BREATH ON GLASS +

I caught you looking to see if my scars were
showing, you wear secrets like a badge of honor, telling anyone who would
listen.

Ti ho sorpreso a guardare
se le mie cicatrici fossero visibili
indossi i segreti come un distintivo d’onore
dicendoli a tutti quelli che vogliono ascoltare

Her Breath On Glass – We Were Never Innocents

 

La relazione minima è un’interazione formata da minimo due attori
sociali. Senza almeno un altro individuo la relazione non esiste e l’individuo
è solo. Una relazione per essere chiamata tale ha bisogno di due persone.
Her Breath on Glass è una band formata da Aaron e Andy: due persone.
Andy suona la chitarra, Aaron è alla batteria. Entrambi cantano, o per meglio
dire, urlano.
Essere una band di due persone è una cosa piuttosto singolare. Diciamo che a
pensare a una band di due persone pensiamo subito a qualcosa di mutilato, a cui
manca una parte. Manca un bassista. Difficile pensare a una band composta da
due sole persone al di fuori di accompagnamenti con la chitarra acustica. E
invece gli Her Breath on Glass sono una relazione perfetta, una vera band.

image

È difficile un po’ per tutti. È un po’ come quando si forma
quel cerchio di imbarazzo ai concerti, solitamente un semicerchio dove ci sono
più persone ai lati vicino agli ampli che in centro. Quel vuoto  in cui le band chiedono di fare un passo
avanti e solo un paio di persone, dopo essersi guardate con circospezione
intorno, fanno un timido passetto verso il gruppo.
è l’ansia a sentirci giudicati che spesso ci blocca nella vita, la stupida,
primordiale e diffusa convenzione ad essere tutti motivati a raggiungere il
successo ma a sentirci a disagio se siamo convinti che qualcuno ci guarda.
ci porta quasi a provare disagio per quei due tizi che, lì da soli, ti
dicono

Ciao, siamo gli Her Breath on Glass, se volete fare un passo
avanti.

Canzoni melodiche e caotiche. È una band creata per
soddisfare delle esigenze. l’urgenza di esprimersi. Lo stesso Andy dice di aver
fondato questa band per resistere ai periodi di inattività che aveva con i The
Saddest Landscape. La voce è così tirata da essere a metà tra un urlo e un
pianto, i testi vengono recitati in modo convulso, quasi esagerato, che è
semplice fraintendere. Nessuno sa veramente come ci si sente, in certi casi.
Che tu stia lontano o vicino alla band, che qualcuno ci sia ad ascoltare o
meno, l’esecuzione di Andy e Aaron sarà la stessa. Una carica esplosiva e a
tratti fin troppo enfatizzata, se ascoltata su disco, delle loro canzoni.
Dal vivo, ovviamente è uno spettacolo che ti lascia sconvolto. È come assistere
a un incidente, vedere una persona travolta e stesa per terra. Assistere a un
evento troppo grosso da poter metabolizzare e rimanere fermi a guardare le cose
che succedono al di fuori del tuo controllo.

image

Quando ho comprato il vinile degli Her Breath on Glass
dentro ci ho trovato un tesoro. C’era una toppa che ho fatto cucire a mia
sorella sulla mia giacca. Delle polaroid sfuocate e una busta delle lettere americana,
da poter compilare. Ho riflettuto per un sacco di spedire le polaroid a una
persona con una lettera, tuttavia non l’ho mai fatto.
troppo facile fraintendere: nessuno sa realmente come ci si sente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.